NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

PIATTAFORMA DELLE RESISTENZE CONTEMPORANEE 2016

La Piattaforma delle Resistenze Contemporanee è un grande progetto culturale che ha come obiettivo l'attivazione di una serie di percorsi e iniziative volte a sensibilizzare la collettività sui temi della memoria e della cittadinanza attiva. Rappresenta un luogo privilegiato per riflettere e confrontarsi sul significato di “resistenza”, quella del passato ma soprattutto quella del presente, allo scopo di riuscire a capire che cosa significa oggi resistere e dunque quali sono le forme di resistenza contemporanea.

 

Il fenomeno della condivisione è oggi sempre più diffuso e presente nei dibattiti economici, sociali, culturali e tecnologici. Le cause possono essere molte, dallo sviluppo tecnologico e la diffusione del web alla crisi economica, dall’esigenza sociale di rispondere ad un eccessivo individualismo alla maggiore produttività nei lavori di gruppo. La sharing economy è diventata ormai oggetto di studio e analisi da parte dei più grandi istituti di ricerca, le piattaforme digitali di condivisione di beni e servizi sono in continua espansione, spazi di co-working e co-housing sono ricercati da start-up come da grandi aziende. Ma non solo. La condivisione si sta affermando o forse riaffermando anche in altri ambiti, più sociali e culturali e meno legati alle logiche economiche come le social street, gli eventi culturali programmati dal basso, l’affermazione del metodo cooperativo in ambito gestionale e la maggiore diffusione e consapevolezza nelle persone del concetto “bene comune”.

 

Questa edizione della Piattaforma delle Resistenze Contemporanee intende scavare a fondo dentro questo argomento, per capire meglio cosa significa condividere, da dove parte il fenomeno, come si articola e quali ricadute future potrà avere. Un’edizione che punta a focalizzare lo stato dell’arte soprattutto per quanto riguarda i processi in atto più che i singoli progetti e le piattaforme attive in questo momento. È importante accorgersi del grande mutamento in atto e cercare di viverlo attivamente, consapevolmente, per poter contribuire alla sua evoluzione e farne una risorsa collettiva sempre più preziosa, perché anche essere cittadini attivi può essere considerata una forma di condivisione di responsabilità.